IL LIBRO: PETROLIO E BIODIVERSITÀ IN VAL D’AGRI

copertina-libro

L’estrazione di petrolio e gas in aree ad elevata biodiversità comporta una serie di impatti significativi su specie ed ecosistemi, quali la contaminazione del suolo, dell’acqua e dell’aria, la deforestazione, la frammentazione degli habitat. Anche in Italia vi sono attività petrolifere che interessano aree ad alta biodiversità. È il caso della concessione “Val d’Agri”, in Basilicata, che si sviluppa sul giacimento di petrolio onshore più grande d’Europa, interessando diversi siti della Rete Europea Natura 2000 e il Parco Nazionale Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese. Il volume offre un quadro articolato delle attività petrolifere presenti nella concessione, dei documenti e degli Studi di Impatto Ambientale. L’analisi è stata effettuata applicando al caso di studio le linee guida LIPIM, elaborate dall’autore, per l’identificazione, la valutazione e la mitigazione degli impatti ambientali legati alle attività di estrazione petrolifera in aree continentali ad elevata diversità biologica. Le linee guida LIPIM sono il frutto di un ampio lavoro di raccolta e analisi critica della letteratura tecnico scientifica esistente e rappresentano, per diversi aspetti, un unicum sia a livello nazionale che internazionale.

Il libro è Creative Common Free e scaricabile gratuitamente al link:  DOWNLOAD DEL LIBRO

Per acquistare il libro: ACQUISTO DEL LIBRO

Per maggiori informazioni sul libro link al sito: https://valdagripetrolibiodiversita.wordpress.com/

Commenti chiusi